5 alimenti per favorire il travaglio

26 Maggio 2016

Care Mamme, oggi ci rivolgiamo a tutte voi che vi trovate alla fine del percorso lungo 9 mesi che vi porterà a conoscere, finalmente, il vostro o la vostra piccolo/a! L’ansia inizia a farsi sentire, la curiosità aumenta con il passare dei mesi e con lei, diciamoci la verità, anche la stanchezza. Anche in questi casi l’alimentazione può essere di grande aiuto per favorire l’induzione al travaglio, in maniera assolutamente naturale. Ecco i 5 cibi che, assunti con frequenza, aiuterebbero ad avvicinarsi al momento del parto:  
  1. L’ANANAS – è un frutto che contiene la bromelina, una sostanza che può aiutare ad ammorbidire la cervice in quanto aumenta la produzione di prostaglandine. Va benissimo mangiare il frutto al naturale, oppure berne il succo o ancora preparare dei frullati con l’ananas.
   
  1. La LIQUIRIZIA – in questo caso è l’effetto estrogeno a far sì che il travaglio venga stimolato. Possiamo assumerla al naturale, così è povera di zuccheri, oppure anche sotto forma di integratori. Attenzione però alla vostra pressione, la liquirizia è infatti controindicata per chi soffre di pressione alta.
 
  1. L’AGLIO – assunto in discrete quantità, questo alimento può stimolare l’intestino e indirettamente l’utero a prepararsi per il travaglio. Possiamo inserirlo, nelle opportune dosi, nella preparazione dei nostri pasti principali quotidianamente.
 
  1. Le FIBRE – sappiamo bene che assumendo alimenti che ne sono ricchi evitiamo la stitichezza, in quanto vanno a stimolare l’intestino e, come già detto, indirettamente anche l’utero per prepararsi al parto. Mangiare molta frutta e verdura le ultime settimane di gravidanza, le prugne secche in maniera particolare, può essere salutare.
 
  1. La CURCUMA – è una spezia antichissima usata nell’alimentazione delle culture indiane e in queste popolazioni si è osservato un basso tasso di ricorso a induzioni farmacologiche del travaglio. Si stanno effettuando degli studi in merito per verificare la validità del suo effetto. In ogni caso può essere utile assumerla per dare maggior sapore alle proprie pietanze, sempre nelle opportune dosi.
  Continuate a mantenere un’alimentazione sana e bilanciata per dare al vostro piccolo in grembo tutti i nutrimenti di cui necessita, privilegiando nelle ultime settimane questi alimenti che hanno un buon effetto sull’organismo e sull’utero così da avvicinarsi al travaglio. Fateci sapere se avete riscontrato dei benefici! A presto Mamme!



Lascia un commento

Nota: i commenti devono essere approvati prima di diventare pubblici


Anche su News

L’importanza del Beta-carotene durante lo svezzamento!
L’importanza del Beta-carotene durante lo svezzamento!

23 Agosto 2017

Il Beta-carotene è un carotenoide, ovvero una sostanza appartenente al gruppo di pigmenti rosso, giallo ed arancione, che sono precursori della vitamina A. È contenuto non solo nelle carote, ma in molta frutta, nelle verdure a foglia verde, nei cereali e negli oli...

Leggi l'articolo →

È finalmente arrivato il tappo!
È finalmente arrivato il tappo!

16 Agosto 2017

Noi mamme sappiamo che ogni bimbo è unico nei suoi appetiti e nelle sue abitudini alimentari e così abbiamo pensato a un tappo che permetta di chiudere e conservare in frigorifero una vaschetta già aperta e non completamente consumata.

Leggi l'articolo →

Pesce e svezzamento: i consigli delle mamme di Mamma M’Ama!
Pesce e svezzamento: i consigli delle mamme di Mamma M’Ama!

09 Agosto 2017

Il pesce è ricco di proteine nobili e sostanze indispensabili per lo sviluppo, anche cerebrale, del bambino, come ad esempio gli acidi grassi polinsaturi Omega-3, ma anche vitamine e sali minerali.
Quale pesce scegliere?

Leggi l'articolo →