5 zuppe invernali rinforzanti

22 Novembre 2016

5 zuppe invernali rinforzanti

Carissime Mamme, le fredde giornate di questi mesi autunnali e invernali ben si adattano a delle calde, invitanti e rinforzanti zuppe con ingredienti di stagione. Vi proponiamo qui 5 delle nostre ricette preferite, che cuciniamo per tutta la famiglia e che sono ben gradite anche dai nostri bimbi. Adoriamo i colori tutti naturali che gli ingredienti danno al piatto! Se è la consistenza a rappresentare un limite per i più piccoli basterà trasformarle in vellutate!
  1. Zuppa arancione, a base di lenticchie decorticate, zucca, migliosalvia, zenzero e curcuma. Un vero concentrato di sostanze che rinforzano il sistema immunitario! Le dosi variano in base al numero di persone per cui cuciniamo, la preparazione consiste nel pulire e tagliare a tocchetti la zucca da disporre in una pentola con le lenticchie (quelle decorticate non hanno bisogno di ammollo e di lunghi tempi di cottura) e con il miglio, coprire il tutto d’acqua, insaporendo con sale (a piacere). Far cuocere per 25-30 minuti, servire con una grattugiata di zenzero fresco, una punta di curcuma, salvia fresca sminuzzata e un filo di olio evo a crudo.
 
  1. Zuppa bianca, a base di cannellini, patate e sedano rapa. Partiamo mettendo a mollo i fagioli per 10-12 ore se usiamo quelli secchi, operazione da saltare se invece usiamo quelli freschi, per poi cuocerli per una quarantina di minuti in acqua  (salarla o meno è una scelta, sappiamo sia meglio evitare cucinando per bimbi al di sotto di un anno, per farlo successivamente con il piatto di noi adulti). Una volta cotti li scoliamo conservando l’acqua utilizzata nella quale mettiamo poi a cuocere il sedano rapa e le patate. Entrambi vanno lavati, spelati e tagliati a tocchetti, il primo necessita 20 minuti di cottura, le seconde circa 10. Ci aggiungiamo i fagioli cannellini e lasciamo cuocere per altri 2-3 minuti. Frulliamo una parte della zuppa rendendola vellutata per poi unirla alla parte restante che sarà ora più cremosa! Condiamo con del rosmarino tritato e un filo di olio evo a crudo.
 
  1. Zuppa prato e monti, a base di ceci, broccoli e quinoa. Ciò che dovremo fare è mettere a mollo i ceci per la notte, a meno che si utilizzino quelli freschi, già pronti da lessare Cuoceremo poi la quinoa per circa 15 minuti (dipende dalla tipologia che acquistate) in acqua. Nel frattempo mettiamo in una padella antiaderente i ceci lessati e le cimette di broccolo lavate e tagliate in pezzi più piccoli, versiamo un filo d’olio evo e poca acqua e cuociamo per 10-15 minuti. Versiamoci sopra la quinoa cotta e scolata, mescoliamo il tutto e serviamo con una spolverata di parmigiano e, a piacere per i più grandi, scaglie di mandorle.
 
  1. Zuppa verde, a base di cavolfiore, cavolo nero, bieta e finocchio. Riduciamo il cavolfiore in tante cimette, laviamole e cuociamole in acqua bollente, con una pallina di mollica imbevuta di aceto bianco per evitare che si diffonda per la casa il tipico odore non proprio piacevolissimo (è soggettivo!). Nello stesso momento in cui immergiamo le cime del cavolfiore facciamo lo stesso con le foglie di cavolo nero, lavate e tagliate. Trascorsi 5 minuti immergiamo anche le foglie di bieta, ben lavate e tagliate, e i pezzi di finocchi. Da questo momento aranno sufficienti altri 10 minuti per portare a termine la cottura di tutti gli ingredienti. Serviamo la zuppa con una bella spolverata di parmigiano e un filo di olio evo a crudo.
 
  1. Zuppa pugliese modificata, a base di fave, cicoria, carote e sedano. Iniziamo come al solito dai legumi, mettendo a bagno le fave secche in base al tempo indicato (dalle 6 alle 12 ore), per poi sciacquarle e metterle a cuocere in acqua per circa 2 ore, fino a quando si sfalderanno girandole. Eliminiamo la schiuma che si forma mentre bollono. Nel frattempo facciamo bollire anche le carote e il sedano, lavando e pelando le prime, tagliando a tocchetti entrambi per ridurne i tempi di cottura; il tutto per circa 5-10 minuti. Uniamo questi ultimi alle fave e riduciamo il tutto a una purea con l’aiuto di un frullatore ad immersione. La cottura della cicoria richiede anch’essa pochi minuti in poca acqua bollente, potremo poi passare alcune foglie in padella con un filo di olio evo per gli adulti, con una spolverata di peperoncino; per i più piccoli invece adagiamo le foglie lessate e tritate sulla purea di fave e verdure e condiamo con olio.
E ora, buon appetito! A presto Mamme!



Lascia un commento

Nota: i commenti devono essere approvati prima di diventare pubblici


Anche su News

L’importanza del Beta-carotene durante lo svezzamento!
L’importanza del Beta-carotene durante lo svezzamento!

23 Agosto 2017

Il Beta-carotene è un carotenoide, ovvero una sostanza appartenente al gruppo di pigmenti rosso, giallo ed arancione, che sono precursori della vitamina A. È contenuto non solo nelle carote, ma in molta frutta, nelle verdure a foglia verde, nei cereali e negli oli...

Leggi l'articolo →

È finalmente arrivato il tappo!
È finalmente arrivato il tappo!

16 Agosto 2017

Noi mamme sappiamo che ogni bimbo è unico nei suoi appetiti e nelle sue abitudini alimentari e così abbiamo pensato a un tappo che permetta di chiudere e conservare in frigorifero una vaschetta già aperta e non completamente consumata.

Leggi l'articolo →

Pesce e svezzamento: i consigli delle mamme di Mamma M’Ama!
Pesce e svezzamento: i consigli delle mamme di Mamma M’Ama!

09 Agosto 2017

Il pesce è ricco di proteine nobili e sostanze indispensabili per lo sviluppo, anche cerebrale, del bambino, come ad esempio gli acidi grassi polinsaturi Omega-3, ma anche vitamine e sali minerali.
Quale pesce scegliere?

Leggi l'articolo →