Alimentazione e cura della pelle: il cibo può aiutare?

26 Giugno 2017

Alimentazione e cura della pelle: il cibo può aiutare?

Care mamme, il 21 giugno è finalmente arrivata l’estate: le giornate si sono allungate e i nostri bambini giocano spensierati al sole, in spiaggia e in montagna. Le domande che, allora, sorgono spontanee sono: il sole fa bene ai nostri bambini? Ci sono degli alimenti che aiutano la pelle all’esposizione al sole?

Per rispondere a questi quesiti, abbiamo deciso di rivolgerci alla professoressa Anna Maria Offidani, direttore SOD Clinica dermatologica Azienda Ospedaliero-Universitaria “Ospedali riuniti di Ancona”; abbiamo parlato di quelle cose che per noi mamme sono grande fonte di preoccupazione: quali alimenti prediligere per la prima esposizione del nostro piccolo, quali vitamine necessarie da integrare nella dieta, eritemi solari e regole da seguire per proteggere i bambini il più possibile.

La professoressa Offidani consiglia caldamente un’attenta esposizione al sole per i nostri bambini, le ore più appropriate sono quelle dalle 09:00 alle 10:00 e dalle 16:00 in poi, nelle ore centrali della giornata le radiazioni ultraviolette A e B (quelle nocive) sono assolutamente da evitare; inoltre, ci sono delle regole comportamentali da seguire scrupolosamente: fare uso di occhialini da sole, cappello, maglietta a maniche corte e applicare creme filtro ad alta protezione ogniqualvolta esponiamo i nostri bambini al sole.

Anche il cibo è un alleato per garantire ai nostri bambini una pelle sana e non ricorrere a problematiche. Come? Frutta e verdura, contenendo betacarotene e antiossidanti, garantiscono un’azione protettiva sulla cute del bambino. Per quanto concerne gli ortaggi, la professoressa Offidani consiglia l’assunzione di cipolle, asparagi, ravanelli, broccoli, carciofi e zucchine che, tra l’altro, rappresentano un alimento primario del microbiota intestinale; la frutta consigliata, invece, è tutta quella colorata: prugne, more, lamponi, fragole, ciliegie, arance e pesche. Raccomandata anche l’assunzione di frutta secca (come noci e nocciole) e cereali che sono ricchi di antiossidanti, proteine e grassi vegetali polinsaturi. Questi alimenti, se assunti regolarmente fin da piccoli, permettono di alimentare nel modo giusto la famiglia batterica all’interno dell’intestino. Questi batteri modulano il sistema immunitario e sono quindi ottimi per avere una cute sana e luminosa.

Le nostre pappe, biologiche e fresche, sono ricche di verdure e cereali e risultano quindi perfette per garantire ai nostri piccoli la giusta dose di vitamine e antiossidanti. La vellutata di verdurine dell’orto con crema di riso, la pappa della buonanotte, i chicchi di avena su purea di carote e pisellini e il vitellone con zucchine e crema ai 5 cereali, contengono tutti gli ingredienti adatti per ottenere una pelle sana e una giusta protezione ai raggi UV del sole.

Il cibo però, ricorda la professoressa Offidani, non è solo un alleato per le prime esposizioni al sole ma, anche, per le malattie della pelle come la dermatite atopica, la sudaminia e gli eritemi.

La dermatite atopica è una malattia infiammatoria cronica della pelle, interessa il 5-20% dei bambini, con notevoli effetti negativi sulla qualità della vita. È caratterizzata da un deficit sulla pelle di specifici grassi, manca il cosiddetto mantello idrolipidico senza il quale ogni sostanza può penetrare la pelle causando infiammazioni. Per guarire, bisogna ripristinare il grasso cutaneo attraverso l’applicazione di creme specifiche che fungono da barriera e, soprattutto, nutrire i nostri bimbi con alimenti antinfiammatori. Essenziali risultano quindi gli acidi grassi polinsaturi Omega 3 e 6 (presenti nel pesce) e gli acidi grassi monoinsaturi come l’olio extra-vergine di oliva, i fermenti e i probiotici per ripristinare la flora batterica. Verdure e pesce sono quindi fondamentali.

La nostra pappa all’orzotto al ragù di storione e fagiolini è la pappa perfetta che viene in aiuto del tuo bimbo. Per la sudaminia, bisogna tenere il più possibile i nostri bimbi idratati, fondamentali sono gli alimenti freschi, frutta e verdure. Infine, gli eritemi si possono controllare tramite la somministrazione preventiva di vitamina P-P e frutta e verdura contenente betacarotene che non è presente solo nelle carote ma, anche, nelle patate, nel cavolo verde, negli spinaci, nelle biete, nella zucca, nelle zucchine, nei piselli e in molti altri alimenti. Le nostre pappe sono fresche, contengono le migliori verdure selezionate e controllate, hanno i giusti quantitativi di vitamine e assicurano la giusta assunzione di nutrienti.

Mamme, godetevi l’estate e proteggete i vostri piccolini... anche con le nostre pappe!!





Lascia un commento

Nota: i commenti devono essere approvati prima di diventare pubblici


Anche su News

È finalmente arrivato il tappo!
È finalmente arrivato il tappo!

16 Agosto 2017

Noi mamme sappiamo che ogni bimbo è unico nei suoi appetiti e nelle sue abitudini alimentari e così abbiamo pensato a un tappo che permetta di chiudere e conservare in frigorifero una vaschetta già aperta e non completamente consumata.

Leggi l'articolo →

Pesce e svezzamento: i consigli delle mamme di Mamma M’Ama!
Pesce e svezzamento: i consigli delle mamme di Mamma M’Ama!

09 Agosto 2017

Il pesce è ricco di proteine nobili e sostanze indispensabili per lo sviluppo, anche cerebrale, del bambino, come ad esempio gli acidi grassi polinsaturi Omega-3, ma anche vitamine e sali minerali.
Quale pesce scegliere?

Leggi l'articolo →

Mamma M’Ama: la certezza del meglio!
Mamma M’Ama: la certezza del meglio!

02 Agosto 2017

Care mamme, quando abbiamo iniziato lo svezzamento dei nostri bambini, eravamo sempre alla costante ricerca dei migliori ingredienti da utilizzare per le loro pappe. Però non siamo mai state pienamente soddisfatte di ciò che trovavamo in commercio...

Leggi l'articolo →