Attività all'aperto con i bambini

19 Aprile 2017

Attività all'aperto con i bambini

Primavera, giornate più lunghe e luminose, temperature miti che fanno aumentare la voglia di trascorrere il tempo libero all’aria aperta e, con i bambini, cosa c’è di più bello nel giocare in spazi circondati da prato e cielo piuttosto che dalle mura domestiche? Giocare all’aperto porta grandi benefici per i più piccoli, per lo sviluppo della loro motricità e della loro coordinazione: correre su un prato o in un campo non del tutto piano, arrampicarsi su un albero, raccogliere frutti da una pianta, rotolare da una dunetta di sabbia sono tutte attività che portano i bambini a conoscere meglio il proprio corpo e i propri limiti. Anche qualche piccola sbucciata ad una mano o ad un ginocchio aiutano a crescere! Tutto questo contribuisce poi alla scoperta di nuovi elementi naturali osservando come essi cambiano nel corso delle stagioni. Trascorrere molto tempo in mezzo alla natura permette, inoltre, di sperimentare nuove attività che difficilmente possono essere compiute in un’abitazione: domina con più facilità l’istinto che guida i bambini verso giochi senza regole, ed è così che un legnetto diventa un grande pennello per disegnare sulla terra, il tronco di un albero diventa un rifugio e una grande foglia diventa una casa per tante piccole formiche. E’ il gioco libero che fa crescere, è la natura stessa che stimola la fantasia dei più piccoli educandoli durante gli anni del loro sviluppo! Lasciamo quindi che sia prima di tutto la loro creatività a guidarli nel gioco, proponendo poi anche delle attività da condividere e grazie alle quali divertirsi insieme! Ad esempio?
  1. Sacco pieno e sacco vuoto è uno di quei giochi che ricordiamo della nostra infanzia, semplice ma tanto divertente e sì, anche stancante (ottimo per i bimbi super attivi!). Ci servirà solo un sacco, che sia di juta o di qualsiasi altro materiale, e poi le regole del gioco sono davvero semplici, chi non le conosce? All’ordine “sacco pieno” il bimbo dovrà rimanere in piedi nel sacco, con “sacco mezzo” dovrà invece piegarsi leggermente sulle ginocchia, sempre tenendo il suo sacco con le manine e, infine, con “sacco vuoto” il sacco dovrà quasi svuotarsi scendendo a toccar terra, con il bimbo al suo interno che si sarà accovacciato o seduto!
 
  1. Con la complicità di qualche amichetto o cuginetto possiamo dare il via ad una gara di bandiera con la sola necessità di un fazzoletto che sosterrà chi guiderà il gioco. Ogni coppia di “avversari” avrà un colore, magari contraddistinto da una fascetta sul polso, da un timbrino sulla mano o, più in grande, da una t-shirt (l’uso dei colori è più semplice per i più piccoli rispetto all’uso dei numeri) e quando l’arbitro chiamerà un determinato colore i due piccoli “avversari” dovranno correre verso la bandierina, vincerà chi per primo riuscirà a prenderla!
 
  1. Bowling è certamente uno di quei giochi che ben si adatta agli spazi aperti, permettendo di avere una distanza sufficiente tra noi e i birilli. Questi ultimi possono essere facilmente sostituiti da delle bottiglie di plastica vuote o con della sabbia/chicchi di riso sul fondo per tenerle in piedi più facilmente. Una grande palla di carta avvolta con dello scotch o con della carta stagnola ci servirà per colpire i nostri birilli!
 
  1. Centra il cestino! Ci serviranno alcuni vasi o contenitori di piccole/medie dimensioni da mettere a terra alla giusta distanza e da centrare con delle palline costruite come quella del gioco precedente!
 
  1. Raccolta di materiali naturali: la natura ci offre di per sé tanto materiale con cui giocare e sperimentare. Potremmo raccogliere insieme ai nostri bimbi delle foglie, ghiande, rametti, sassolini, conchiglie se in spiaggia, pigne e tutto quello che loro ci suggeriscono per poi classificarlo in diversi contenitori in base al loro colore o alla loro forma!
  Le attività all’aria aperta hanno certamente degli effetti benefici sui nostri bimbi stimolando le loro difese immunitarie, sviluppando la loro fantasia, riducendo lo stress che potrebbero più facilmente avere dopo ore trascorse in luoghi chiusi, permettendo di sperimentare molte delle proprie capacità tra cui quella di trovare da sé la soluzione di fronte ad una difficoltà. Approfittate quindi del tempo libero a disposizione per giocare in un parchetto o per organizzare una gita all’aperto, anche se tra i vari impegni quotidiani non è così semplice. Mettete da parte quegli impegni che non sono così urgenti e traete, insieme ai vostri bimbi, i benefici di un bel gioco circondati dalla natura!



Lascia un commento

Nota: i commenti devono essere approvati prima di diventare pubblici


Anche su News

È finalmente arrivato il tappo!
È finalmente arrivato il tappo!

16 Agosto 2017

Noi mamme sappiamo che ogni bimbo è unico nei suoi appetiti e nelle sue abitudini alimentari e così abbiamo pensato a un tappo che permetta di chiudere e conservare in frigorifero una vaschetta già aperta e non completamente consumata.

Leggi l'articolo →

Pesce e svezzamento: i consigli delle mamme di Mamma M’Ama!
Pesce e svezzamento: i consigli delle mamme di Mamma M’Ama!

09 Agosto 2017

Il pesce è ricco di proteine nobili e sostanze indispensabili per lo sviluppo, anche cerebrale, del bambino, come ad esempio gli acidi grassi polinsaturi Omega-3, ma anche vitamine e sali minerali.
Quale pesce scegliere?

Leggi l'articolo →

Mamma M’Ama: la certezza del meglio!
Mamma M’Ama: la certezza del meglio!

02 Agosto 2017

Care mamme, quando abbiamo iniziato lo svezzamento dei nostri bambini, eravamo sempre alla costante ricerca dei migliori ingredienti da utilizzare per le loro pappe. Però non siamo mai state pienamente soddisfatte di ciò che trovavamo in commercio...

Leggi l'articolo →