I benefici del miele, dopo l'anno!

25 Marzo 2016

I benefici del miele, dopo l'anno!

Settimana scorsa abbiamo spiegato perché è meglio non dare il miele ai bambini al di sotto dell'anno di età; ora invece ci dedichiamo ai benefici di questo alimento naturale e pregiato, molti curativi, senza però sentirsi liberi di farne un gran uso per rendere più appetibili alcuni cibi alle papille dei nostri piccoli! Teniamo come limite 5 cucchiaini al giorno, anche perché il miele è una soluzione di zuccheri direttamente assimilabili, glucosio, fruttosio e saccarosio. Dobbiamo però fare una premessa: bisogna assicurarci che stiamo per acquistare un prodotto naturale al 100%, in caso contrario non gioveremmo delle proprietà presenti in purezza. Spesso, purtroppo, si sono riscontrati casi di prodotti dove gli zuccheri esistenti erano stati aggiunti manualmente, quindi artificiali, o addirittura era stato dato alle api del saccarosio da succhiare al posto del nettare dei fiori. Leggiamo quindi le etichette se lo acquistiamo al supermercato e osserviamone la consistenza, che non deve essere troppo liquida. Evitiamo quelli "miscelati". Detto ciò possiamo passare agli aspetti positivi. Il miele contiene vitamine, soprattutto del gruppo B, ma anche sali minerali come magnesio, fosforo, potassio e calcio, oligoelementi come zinco e ferro, amminoacidi essenziali e l'inibina, una sostanza che rafforza gli anticorpi. Insomma un insieme di elementi che aiutano i nostri bimbi ad essere più energici (non che le energie manchino loro eh, ma ad esempio per recuperare dopo un malanno stagionale) e a sviluppare le proprie difese immunitarie, importanti quando si inizia a frequentare l'asilo. Come usarlo? Consideriamolo il grande sostituto dello zucchero raffinato, privo delle vitamine e dei sali minerali che invece apporta il miele, e quindi impieghiamolo nella preparazione dei biscotti e delle torte fatte in casa, così come per addolcire lo yogurt o il latte a merenda o colazione, ma anche la frutta e perché no, spalmarlo su una bella fetta di pane casereccio integrale che abbinato ad una spremuta di arance biologiche completerà una pausa pomeridiana super sprint! Grazie alle sue proprietà antibatteriche e antisettiche, il miele può essere anche applicato sulle ferite e sulle ustioni aiutandole a guarire. Ma vediamo quali tipologie esistono, in base al tipo di fiore da cui viene succhiato il nettare, e le caratteristiche che le differenziano:
  • Miele di eucalipto: ottimo per contrastare i malanni stagionali, si presenta di color ambrato
  • Miele di castagno: consigliato ai bambini, ricostituente e astringente. È di color ambrato, quasi nero
  • Miele di millefiori: alleato contro le allergie, soprattutto se prodotto nella zona in cui si vive. È poi quello più adatto ai bambini perché apporta loro i sali minerali di cui hanno bisogno, va benissimo infatti nel periodo della crescita, inoltre disinfiamma la gola e attenua i vari sintomi influenzali. Fissa il calcio e il magnesio nelle ossa. Il colore varia in base alla zona da cui proviene e quindi ala tipologia dei fiori presente.
  • Miele di acacia: disinfiammante per la gola e disintossicante per il fegato, di oltre molto chiaro
  • Miele di lavanda: è un leggero analgesico e ha proprietà antispasmodiche. Ha un colore tendenzialmente chiaro.
  • Miele rosato: preparazione erboristica a base di miele ed estratti di rosa (calmante) che è consigliata quando i bambini sono in fase di dentizione. Si può massaggiare sulle gengive
  • Miele di tiglio: buon alleato per combattere la tosse, digestivo, calmante. Può essere sia chiaro che scuro, a seconda della quantità di melata presente
  • Miele di timo: calmante, antisettico, ottimo in caso di febbre. È sia color ambra che beige
  • Miele di agrumi: ricco di calcio e vitamine, sedativo è alleato contro i problemi del sonno, ha un colore molto chiaro
  • Miele di erica: ha proprietà ricostituenti e si presenta con un color aranciato
  • Miele di rovo: ottimo in caso di dissenteria infantile e per le infiammazioni della bocca. Ha un colore molto scuro
Insomma, sono davvero tanti i benefici che ci regala questo alimento. Approfittiamone e facciamone buon uso integrandolo correttamente nell'alimentazione dei nostri bambini sin dopo il primo compleanno! Voi come lo utilizzate e quale preferite? A presto Mamme!



Lascia un commento

Nota: i commenti devono essere approvati prima di diventare pubblici


Anche su News

È finalmente arrivato il tappo!
È finalmente arrivato il tappo!

16 Agosto 2017

Noi mamme sappiamo che ogni bimbo è unico nei suoi appetiti e nelle sue abitudini alimentari e così abbiamo pensato a un tappo che permetta di chiudere e conservare in frigorifero una vaschetta già aperta e non completamente consumata.

Leggi l'articolo →

Pesce e svezzamento: i consigli delle mamme di Mamma M’Ama!
Pesce e svezzamento: i consigli delle mamme di Mamma M’Ama!

09 Agosto 2017

Il pesce è ricco di proteine nobili e sostanze indispensabili per lo sviluppo, anche cerebrale, del bambino, come ad esempio gli acidi grassi polinsaturi Omega-3, ma anche vitamine e sali minerali.
Quale pesce scegliere?

Leggi l'articolo →

Mamma M’Ama: la certezza del meglio!
Mamma M’Ama: la certezza del meglio!

02 Agosto 2017

Care mamme, quando abbiamo iniziato lo svezzamento dei nostri bambini, eravamo sempre alla costante ricerca dei migliori ingredienti da utilizzare per le loro pappe. Però non siamo mai state pienamente soddisfatte di ciò che trovavamo in commercio...

Leggi l'articolo →