Lo shampoo bio

27 Marzo 2017

Lo shampoo bio

Care mamme, nell’articolo precedente abbiamo parlato del perché scegliere i trucchi biologici, incentrandoci nello specifico sul prodotto ombretto (leggi l’articolo: http://www.mammamama.it/rubrica-make-up-ombretti-eco-bio/). Questa settimana, invece, ci dedichiamo agli shampoo bio. Lo shampoo è un prodotto utilizzato per detergere i capelli, dallo sporco e dall’unto. La prima volta che si iniziò a parlare di shampoo fu nel 1762 quando l'Anglo-Indiano Sake Dean Mahomed utilizzò per la prima volta questa parola ed aprì il suo primo bagno pubblico per soddisfare la sua clientela. La parola shampoo, di origine indiana, deriva dall’imperativo “champo” che significa massaggiare. Mahomed ospitava i suoi clienti in una tenda di flanella, utilizzava dei saponi tagliuzzati e sciolti nell’acqua,  miscelati con erbe per dare brillantezza e profumo ai capelli. Il primo fabbricatore di shampoo riconosciuto fu Kasey Hebert. Inizialmente lo shampoo era molto simile ad altri detergenti utilizzati per le diverse parti del corpo, ma con il tempo è diventato sempre più specifico per gli usi e le necessità di ciascuna persona, dando così l’opportunità al cliente di scegliere tra le diverse formule: shampoo per capelli secchi, grassi, danneggiati, etc. La categoria di cui parliamo oggi è quella dei bio shampoo. Come suggerisce la parola stessa, i bio shampoo sono composti da ingredienti assolutamente naturali, privo di detergenti chimici e allergenici con il dovere di rispettare l’ambiente e la persona. I bio shampoo, fin dal primo utilizzo, mostrano i capelli nella loro bellezza naturale, senza alterarne le caratteristiche: si mostreranno quindi secchi, crespi o sfibrati. Cosa non sempre piacevole all'inizio, ma grazie all'utilizzo costante vi renderete conto dei notevoli miglioramenti, arrivando ad avere un capello forte, sano e lucido! Vi sono varie marche che producono questa categoria di shampoo, ma è importante porre l’attenzione sulle etichette e sull' I.N.C.I (International Nomenclature of Cosmetic Ingredients). I bio shampoo non esistono solo in versione liquida, possiamo infatti trovarli anche sotto forma di saponetta; in quest’ultimo caso basterà applicarlo direttamente sul cuoio capelluto e sulle lunghezze, ovviamente bagnati. La particolarità dello shampoo solido è il forte profumo degli elementi che lo compongono, quindi di erbe e fiori, con l'aggiunta di oli naturali come l’olio di cocco, l'olio d’oliva e quello di ricino grezzo, che lasciano il loro segno ben distinguibile all'olfatto. Concludendo, il bio shampoo viene presentato in un packaging biodegradabile, utilizzato appositamente per salvaguardare l’ambiente. La differenza rispetto ai tradizionali shampoo da supermercato potrebbe essere il prezzo, ma comprendiamo le motivazioni che lo giustificano, permettendoci di avere un prodotto di alta qualità privo di sostanze nocive. Una scelta come piace a noi, che rispetta il nostro corpo ed eco-sostenibile! A presto Mamme!



Lascia un commento

Nota: i commenti devono essere approvati prima di diventare pubblici

* inserendo la tua e-mail acconsenti a rimanere aggiornato su servizi e iniziative promozionali, oltre a consentire a Mamma M'Ama l'utilizzo dei tuoi dati per attività di profilazione e analisi di tipo statistico.
I tuoi dati non saranno comunicati a terzi.