Lo svezzamento: fase critica o semplicemente di crescita?

29 Marzo 2017

Lo svezzamento: fase critica o semplicemente di crescita?

Lo svezzamento è una fase graduale della crescita in cui il bimbo viene  appunto “svezzato” dal seno della propria mamma. È un momento importante per il nostro bambino, ed è opportuno porre la giusta attenzione sulla quantità e sulla qualità del cibo che gli prepariamo. Per prima cosa è consigliato introdurre i nuovi cibi uno alla volta,così da verificare e rendere note possibile intolleranze; secondariamente, nella dieta non solo devono essere inseriti tutti i generi alimentari come verdura, frutta, carboidrati, carne e pesce, ma è importantissimo conoscere la provenienza di ogni alimento! Nella tabella sottostante sono riportati i valori nutrizionali indicati come idonei dal  Ministero della Salute.
INFO NUTRIZIONALI 100 GR
Energia 173 Kj
41 Kcal
Grassi 0.2 gr
   di cui acidi grassi saturi 0.0 gr
Carboidrati 8.0 gr
   Di cui zuccheri 0.8 gr
Fibre 0.7 gr
Proteine 1.4 gr
Sale* 0.05 gr
Vitamina B1 150.00 µg
NB: il sale fa riferimento al contenuto presente nelle materie prime.
Tra gli errori comuni nel periodo dello svezzamento rientrano la limitazione degli alimenti e l’utilizzo del sale: il bambino deve abituarsi ai differenti sapori, per cui sarebbe bene evitarlo. Capiterà che il bambino rifiuti il cibo e questo può avvenire per tre motivi: il più banale è che la pappa non sia di suo gradimento, ci troveremo così di fonte a una boccuccia serrata che proprio non ne vuol sapere di ospitare quel determinato cibo, il secondo motivo è che il bebè non abbia fame, basterà tenere la pappa al caldo per quando l'appetito si farà sentire.  Il terzo motivo può essere ricondotto ad un momentaneo disagio del bambino, anche legato al fatto che inizialmente possa avere problemi con le differenti consistenze alle quali era abituato; in tal caso può essere risolutivo far prendere confidenza al bambino nel modo che lui preferisce, solitamente con il tatto, manipolando l'alimento e portandoselo alla bocca per scoprirlo e conoscerlo. Soprattutto nei primi giorni di svezzamento è importante non forzare il bambino nel mangiare ciò che non vuole, così da evitare un futuro brutto rapporto con il cibo. Preparare le pappe ai propri bambini è sicuramente un modo per prendersi cura di loro, lo abbiamo sempre fatto anche noi tre! Ammettiamo però che dopo l'ennesimo brodino e passato di verdure possa risultare comodo avere un pasto già pronto che risolva un possibile inconveniente (ad esempio la pappa appena fatta e lanciata dal seggiolone, oppure categoricamente rifiutata), un pranzo fuori casa con amici, una serata in cui si è più stanche del solito e non si ha proprio voglia di mettere ai fornelli... Le nostre pappe servono proprio in questi momenti, garantendoci allo stesso tempo la tranquillità di dare ai nostri piccoli un pasto sano e genuino, con il giusto apporto di elementi nutritivi che la loro fascia di età richiede. Talvolta le soluzioni più semplici risultano essere anche le migliori: la qualità del cibo che diamo al nostro bambino non deve mai mancare, anche quando è il tempo a venir meno!



Lascia un commento

Nota: i commenti devono essere approvati prima di diventare pubblici