Oggetti per la prima infanzia: promossi e bocciati!

30 Marzo 2016 2 commenti

Oggetti per la prima infanzia: promossi e bocciati!

Nella sala di attesa di uno dei pediatri dei nostri bambini è appeso al muro un elenco degli oggetti solitamente usati durante i primi mesi di vita, con relativi pro e contro. Rileggerlo ci ha fatto venire in mente che sarebbe potuto essere interessante condividere queste informazioni sviluppate da pediatri e fisioterapisti con Voi, per capire insieme di cosa potremmo fare a meno e cosa invece rispetta la crescita e la maturazione del bambino. 1. Il marsupio: promosso! È comodo per noi genitori durante gli spostamenti in città, durante gite o passeggiate, noi lo abbiamo usato anche in casa unendo l'attività del cullare il piccolo attraverso il nostro stesso movimento a quella del fare le faccende domestiche, con il risultato dell'addormentamento facile! È bene tenere il bimbo rivolto verso di noi per evitare un uso scorretto degli schemi motori. 2. La fascia: promossa! È un telo di lunghezze e tessuti differenti da poter usare sin dalla nascita fino ai tre anni. Tra i vantaggi c'è il fatto che la posizione tenuta contribuisce ad una buona maturazione delle anche nei bambini piccoli e il contatto pancia a pancia con la mamma o il papà agevola il processo di attaccamento. È poi molto comoda anche per chi la indossa. Noi ci siamo trovate molto bene, il modo in cui viene posizionata aiuta a far gravare il peso del piccolo in maniera minore rispetto al marsupio. 3. La giostrina sul letto: bocciata! Così come i giochi meccanici in generale, non sviluppando particolari competenze nel bambino. Ad esempio la giostrina che si muove e suona, da noi usata credendo che la dolce musica del carillon e il movimento in circolo degli animaletti appesi potesse conciliare il sonno, non può essere presa/toccata dal neonato che ha sicuramente maggior bisogno di stare con le persone, ascoltarle e chiacchierarci emettendo i primi vagiti, sviluppando proprio nei primi tre mesi il processo di attaccamento e le prime competenze relazionali. Nei tre mesi successivi invece si sviluppa la coordinazione occhio-mano e la manipolazione, che non vengono granché stimolati dai giochi meccanici. 4. Il tappeto-gioco: bocciato! Ha dimensioni troppo ridotte per il bambino che strisciando o rotolando necessita invece di una maggior superficie e i giochi incorporati limitano la coordinazione occhi-mani-bocca; per questo intorno al 4*-5* mese è preferibile stendere a terra una bella coperta con giochi sparsi che invitano il bambino a muoversi per raggiungerli. Lo abbiamo ricevuto come uno dei primi regali per la nascita, lo abbiamo usato, ci siamo anche trovate abbastanza bene, ma effettivamente una coperta o un grande tappeto con i giochi sparsi sopra piuttosto che appesi o fissi sono degli ottimi sostituti! 5. La sdraietta: promossa, se scelta bene! Può essere utilizzata sin dalla nascita, l'importante è che sostenga bene la schiena e i lati del corpo del neonato, senza sostituire per troppo tempo le braccia di mamma e papà, fondamentali per sviluppare l'attaccamento e per trasmettere l'amore e la sicurezza che il piccolo necessita. Intorno al 6*-7* mese la sdraietta non servirà più perché il bambino avrà bisogno di muoversi ed esplorare, non certo di stare fermo e seduto dondolando. 6. Il box: bocciato! È di aiuto solo ai genitori che si sentono più tranquilli nel lasciare i propri piccoli in uno spazio limitato senza pericoli, ma non soddisfa il giusto bisogno dei bambini di muoversi e arrangiarsi da soli, limitando il loro sviluppo psicomotorio. Adattiamo piuttosto la casa a loro rendendola uno spazio in cui possono muoversi liberamente, ovviamente sempre sotto il nostro vigile controllo! 7. Il girello: bocciato! Anche il girello rappresenta più una sicurezza per i genitori che lasciano il bambino muoversi per casa senza che possa cadere e colpire oggetti potenzialmente pericolosi piuttosto che un aiuto per il suo sviluppo psicomotorio, soprattutto nella sua capacità saper cadere e nell'acquisizione dell'equilibrio. Inoltre provoca vizi di posizione ai piedi abituandolo a muoversi sulle punte. Voi Mamme di quali oggetti non potete fare a meno? Quali sono stati un valido aiuto per voi e per i vostri piccoli? Con quali vi siete trovate meglio? A presto!



2 Risposte

MammaMama
MammaMama

13 Giugno 2017

Concordiamo con te anche sul discorso “salotto”, meno ordinato ma sicuramente più colorato e divertente con l’arrivo dei bimbi in casa! :)

sara
sara

13 Giugno 2017

Io ho usato tantissimo marsupio e sdraietta, la mia piccola li adorava! Ho provato la fascia, che desideravo tanto, ma la stagione estiva è stata troppo calda e ho rinunciato. Concordo sull’inutilitá della giostrina, per fortuna ne ho una scomponibile e uso solo il carillon. I tappeti gioco sono troppo piccoli, è vero. Il box lo uso in cucina così mentre cucino posso tenerla con me, altrimenti si sta in salotto che è diventato la sua mega cameretta. Il girello non penso lo userò per il discorso della posizione.

Lascia un commento

Nota: i commenti devono essere approvati prima di diventare pubblici


Anche su News

È finalmente arrivato il tappo!
È finalmente arrivato il tappo!

16 Agosto 2017

Noi mamme sappiamo che ogni bimbo è unico nei suoi appetiti e nelle sue abitudini alimentari e così abbiamo pensato a un tappo che permetta di chiudere e conservare in frigorifero una vaschetta già aperta e non completamente consumata.

Leggi l'articolo →

Pesce e svezzamento: i consigli delle mamme di Mamma M’Ama!
Pesce e svezzamento: i consigli delle mamme di Mamma M’Ama!

09 Agosto 2017

Il pesce è ricco di proteine nobili e sostanze indispensabili per lo sviluppo, anche cerebrale, del bambino, come ad esempio gli acidi grassi polinsaturi Omega-3, ma anche vitamine e sali minerali.
Quale pesce scegliere?

Leggi l'articolo →

Mamma M’Ama: la certezza del meglio!
Mamma M’Ama: la certezza del meglio!

02 Agosto 2017

Care mamme, quando abbiamo iniziato lo svezzamento dei nostri bambini, eravamo sempre alla costante ricerca dei migliori ingredienti da utilizzare per le loro pappe. Però non siamo mai state pienamente soddisfatte di ciò che trovavamo in commercio...

Leggi l'articolo →