ORDINE MINIMO 19,80€ | CONSEGNA REFRIGERATA in 24/48 ore in tutta Italia GRATUITA DA 35€.

CONSEGNA REFRIGERATA in 24/48 ore in tutta Italia. GRATUITA DA 35€.

Quale termometro scegliere e come misurare la febbre ai bimbi piccoli

16 Febbraio 2018

Ciao mamme, se i vostri bimbi sono piccoli o piccolissimi, probabilmente questo è il loro primo inverno e si sa, quando arriva l’inverno raffreddori, febbre, muco sono all’ordine del giorno. Qualche tempo fa, abbiamo parlato di come fare i lavaggi nasali ai più piccoli, se vi siete perse il nostro articolo lo trovate qui, questo è molto importante per aiutarli a superare questa fase.

Ma, sappiamo bene per esperienza che è soprattutto la febbre a creare particolare apprensione per noi mamme..  e così partono le domande “Ma l’avrò misurata bene?” “Quanto durerà?”, “Devo portarlo dal pediatra?” E poi confessiamocelo: quanti termometri avete in casa? Noi tantissimi e di tipi diversi e… mai una misurazione uguale! Da impazzirci!

Con questo articolo vogliamo tranquillizzarvi su questo tema e dare risposte esatte ai vostri dubbi.

Oggi, infatti, abbiamo chiesto al Dott. Luca Rosti, pediatra neonatologo, come si misura la febbre ai bambini, a partire dal tipo di termometro da utilizzare.Bambino che dorme sullo sfondo e termometro in primo piano

  • Quale termometro usare: “Il vecchio termometro a mercurio è il migliore, sicuramente il più attendibile, ma, purtroppo, non è più in commercio. Per misurare la febbre al bambino, consiglio di utilizzare il termometro digitale morbido.  Infatti, benché siano molto gettonati per praticità e rapidità, i termometri auricolari a infrarossi sono tendenzialmente poco affidabili (tranne forse quelli di ultimissima generazione). Si tratta di dispositivi che rilevano immediatamente la temperatura del bambino appoggiandone la sonda nell'orecchio. Il problema, però, è che può bastare un'infezione delle alte vie respiratorie (con infiammazione) come una sinusite o un’otite, per alzare la temperatura di naso e orecchie, rendendo, così, la misurazione non del tutto attendibile. Per questi motivi, se si desidera usare un termometro auricolare, è opportuno rilevare anche la temperatura del bambino in condizioni normali. Ancora meno affidabili sono i termometri a contatto con la fronte o che rilevano la temperatura "a distanza".”
  • Dove misurare la febbre: Una volta scelto lo strumento più adatto per la misurazione della febbre, anche a seconda dell’età del nostro bimbo, bisogna capire dove misurare la febbre per ottenere un risultato il più attendibile possibile. “Escluderei prima di tutto la misurazione della febbre per via oralesconsigliata anche se il bambino è già grande. Tralasciando, come spiegato prima, anche la misurazione auricolare, restano le rilevazioni ascellari, inguinali e rettali. Quest'ultime misurano la temperatura interna che, dunque, deve poi essere ridimensionata di mezzo grado. Misurare la febbre per via rettale, è indicato soprattutto per i bimbi piccolissimi. Consiglio di lubrificare la punta del termometro con un po’ di crema prima di inserire la punta nel sederino. Tempo di misurazione: 2 minuti. Anche la misurazione ascellare è molto comoda e precisa. Basta assicurarsi che la punta del termometro sia ben a contatto con la pelle e inserita nel cavo ascellare.” Continua il Dott. Rosti.
  • Quando misurare la febbre: “Consiglio di misurare la febbre al mattino prima della colazionealla sera, prima di cena. Bisogna, però, ricordare che contano sempre molto le condizioni generali del bambino quando ha la febbre. Se è vivace, nonostante la febbre alta basta misurarla due volte al giorno, se, nonostante la febbre sia più che altro febbricciattola ma il bimbo evidenzi peggioramenti continui, è bene monitorare con attenzione l'evolversi della condizione del piccolo.” Conclude il Dott. Rosti.

Mamme state tranquille, piccoli malesseri sono normali. Non preoccupatevi della febbre alta quanto, piuttosto di un peggioramento evidente e marcato delle condizioni del piccolo. Non fatevi ossessionare dalla mania di misurare continuamente la febbre: bastano poche volte ma buone.

Altro piccolo consiglio: sappiamo benissimo che quando stanno poco bene i piccoli sono sempre un po’ noiosetti e vorrebbero sempre stare attaccati a noi! In questi casi, le nostre pappe Mamma M'Ama sono un ottimo aiuto che apprezzerete moltissimo, ne siamo certe, non solo perché vi garantiranno vitamine e principi nutritivi al massimo, ma soprattutto perché non dovrete staccarvi da loro neppure per preparargli la pappa, evitando pianti e lamenti inutili..pappe mamma m'ama

Coraggio mamme! Passeranno anche questi momenti!

Un caro saluto,

le mamme di Mamma M’Ama,

Sonia, Erica e Sonia

Shop: www.mammamama.it

 




Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter

* Prendi visione della privacy policy.

Scopri i prodotti Mamma M'Ama


Lascia un commento

Nota: i commenti devono essere approvati prima di diventare pubblici


Anche su Blog

Le cinque fantastiche cose da fare a Luglio con i bimbi piccoli!
Le cinque fantastiche cose da fare a Luglio con i bimbi piccoli!

04 Luglio 2018

Ciao Mamme!!! Luglio è arrivato e con lui la nostra attesissima top 5!!! Che siate in città, al mare, in montagna, in collina o al lago.. Buon divertimento, godetevi tutto!

Leggi l'articolo →

Il gelato, amico nello svezzamento!
Il gelato, amico nello svezzamento!

29 Giugno 2018

Tutti i consigli per inserire già nello svezzamento il gelato! Specialmente adesso, nel pieno periodo estivo, può essere d'aiuto contro il caldo!

Leggi l'articolo →

Come comportarsi al mare con bambini piccoli
Come comportarsi al mare con bambini piccoli

21 Giugno 2018

Stai per partire per le vacanze con il tuo bimbo? Scopri in questo articolo tutti i consigli su come comportarsi durante il viaggio e nelle giornate al mare insieme al tuo piccolino.

Leggi l'articolo →