SOS nonne o tate!

31 Marzo 2017

SOS nonne o tate!

Mamme e lavoro: ci si trova necessariamente di fronte ad una scelta da fare per la gestione dei bambini e spesso la soluzione è rappresentata da nonni e tate. Partiamo dai primi che rappresentano indubbiamente una spalla importante sulla quale contare se si ha la fortuna di averli vicini, sia se si decide di lasciare a loro i nipotini durante le ore lavorative, sia per farli venire in soccorso causa impegni di altro genere. Rappresentano una grandissima ricchezza per i nostri bambini e il tempo trascorso con loro rimarrà impresso nella mente anche una volta cresciuti! Ci sono piccoli “rischi” sempre dietro l’angolo che è bene chiarire sin dal principio così da impostare un rapporto il più sereno possibile! E’ infatti importante che abitudini e scelte educative prese dai genitori vengano portate avanti anche dai nonni, così da non confondere il bambino e da non fargli passare l’idea che con i nonni determinate cose siano concesse. Questo è fondamentale perché i bambini necessitano di comprendere i ruoli delle persone con cui vive, sapendo che le scelte vengono sempre prese da mamma e papà. Così però come i nonni devono essere in grado di fare qualche passo indietro rispettando le decisioni prese dai genitori, anche questi ultimi devono capire a quale piccolo compromesso scendere per evitare di stilare una sorta di classifica di sole regole: chiarite in maniera esplicita i punti per voi davvero importanti, per il resto rilassatevi e affidatevi alla loro esperienza! Ai nonni non resta che godersi il tempo a disposizione con i nipotini viziandoli e donando loro tutto l’affetto che sono in grado di trasmettere, vivendo questa emozionante e spensierata nuova fase della vita che li porta a tornare un po’ bambini! Se invece si è lontani dall’aiuto di nonni e parenti si può ricorrere alla figura della tata, una persona che si potrebbe non conoscere e che quindi deve essere selezionata con accuratezza dato che spetterà a lei accudire i nostri bambini in nostra assenza. Dovrà essere una persona dolce, premurosa ma in grado di rispettare le regole da noi suggerite. Riuscire a passare del tempo insieme prima di decidere ci permetterà di osservare nella pratica il suo comportamento: le attenzioni riservate al bambino, i sorrisi, le parole con cui gli si rivolge, le attività proposte, il modo in cui reagisce a delle possibili emergenze. Una baby-sitter troppo giovane non avrà probabilmente l’esperienza giusta per fronteggiare determinate situazioni, così come una signora molto avanti di età potrebbe mancare delle energie necessarie per star dietro a un pargoletto! Ci sono ormai molte agenzie specializzate che potranno suggerirvi e selezionarvi la tata che più rispecchia le vostre esigenze, a voi la scelta! Entrambe le figure, nonni e tate, diventeranno una guida e un riferimento importante per i nostri piccoli, stabiliranno un legame profondo che arricchirà il nostro bambino e saranno anche per noi genitori presenze stabili che ci racconteranno quello che noi non viviamo, dai piccoli progressi ai piccoli capricci. Si tratterà comunque di un bel percorso che caratterizzerà il periodo che anticipa l’esperienza della scuola materna e che condurrà per mano il piccolo per affrontare al meglio questa nuova avventura!



Lascia un commento

Nota: i commenti devono essere approvati prima di diventare pubblici

* inserendo la tua e-mail acconsenti a rimanere aggiornato su servizi e iniziative promozionali, oltre a consentire a Mamma M'Ama l'utilizzo dei tuoi dati per attività di profilazione e analisi di tipo statistico.
I tuoi dati non saranno comunicati a terzi.